foto per e-commerce

Aprire un e-commerce vuol dire mettere sul web i propri prodotti o servizi. Esattamente come quando si va in negozio: si guarda il prodotto, si tocca, ci si prende confidenza.

In realtà non è proprio uguale, ma esistono dinamiche per rendersi conto se un prodotto è valido o no, anzitutto la qualità delle foto e dei video che lo rappresentano. Le foto per e-commerce e i video sono la prima cosa che guardiamo quando compriamo un prodotto online e molte volte nemmeno dedichiamo la giusta dose di attenzione alle descrizioni, per poi ritrovarci con un paio di pantaloni troppo stretti o troppo larghi.

Spesso non è nemmeno un’azione volontaria: si giudica in funzione della definizione dell’immagine e della composizione, ancora prima che dal prodotto. Insomma, quante volte hai pensato “che belle foto” su Amazon o altri e-commerce prima di concludere una ricerca? Secondo me spesso.

E non è neanche vero che se una foto è bella il prodotto è valido, ma questa è una conclusione a cui si arriva col prodotto in mano. Magari ci sono tuoi concorrenti che vendono online più di te pur avendo un’offerta peggiore. Che fastidio eh!

Uno dei grandi super poteri di una foto è poter mostrare istantaneamente un prodotto al meglio permettendogli di essere apprezzato più degli altri. Se la foto è fatta male potremmo non interessarci al prodotto o dubitare del venditore. Se fatta in maniera amatoriale potremmo perfino pensare che sia una truffa (non è carino). Quindi per quanto riguarda il tuo e-commerce l’immagine è tutto.

Le foto e-commerce sono fondamentali per ogni tipo di prodotto?

Gioielli, frutta, vestiti, automobili, pannelli fotovoltaici, sex toys. Proviamo solo a pensare di entrare in un e-commerce e non trovare foto di qualità di questi prodotti, o  di qualsiasi altro. La prima cosa che farebbe qualsiasi utente sarebbe quella di premere la x in alto a destra (a sinistra se usi Mac), senza proseguire la navigazione.

Beh, obiettivo fallito caro il mio imprenditore digitale.

Per fare business online è necessario che le foto del tuo e-commerce siano in grado di dare al tuo prodotto il giusto valore: luci, resa cromatica, posa del prodotto e scena saranno le armi per ottenere l’interesse dell’utente.

Se di un prodotto hai più modelli, colori o formati, ricorda di mostrare sempre tutto il catalogo. Questo non solo per dare al cliente un’anteprima di ciò che gli interessa, ma anche per avvicinare quanto più possibile l’utente all’esperienza del negozio fisico. Le stesse regole valgono per la food photography di un ristorante, assolutamente da non sottovalutare.

E ti dirò di più: sfondo bianco sì o no nelle foto e-commerce? Sì, ma solo se vendi sfondi bianchi. In tutti gli altri casi rendi riconoscibile i valori del tuo brand dalla foto di ogni prodotto, inserendo accanto ad esso elementi che lo richiamino e basando ogni composizione su palette colori specifiche.

Ovviamente questo è solo un consiglio, puoi usare anche sfondi bianchi, ma nel caso dai tutto per trovare l’angolazione migliore quando scatti.

Posso scattare le mie foto e-commerce con lo smartphone?

Sì certo, si possono fare foto e-commerce con uno smartphone, ma solamente ad alcune condizioni. Devi avere uno smartphone dotato di un’ottima fotocamera, devi sapare ottimizzare i punti luce e avere attrezzatura specifica per illuminare i prodotti e, infine, devi conoscere la fotografia.

Riguardo alla fotocamera del tuo smartphone, ne escono ormai di ottimo livello. Sappi però che non avrai una foto di grande formato e questo sarà limitante se vorrai stampare cataloghi, brochure o utilizzarle per pubblicità fisiche. Inoltre se non scatti in raw non potrai modificare tantissimi metadati in fase di post produzione e il risultato finale non sarà mai all’altezza di foto scattate con la reflex, pur quanto buono.

Avere delle buone luci, dicevamo. Illuminare un prodotto non è semplice: il rischio è quello di avere fastidiose ombre, elementi sovraesposti o troppo poco illuminati. Con una reflex non è difficile rimediare a questi errori (anche se impostando bene il set si evitano in principio), ma con uno smartphone il rischio è che le foto siano inutilizzabili.

Conoscere la fotografia è sicuramente l’unico modo per poter scattare foto per e-commerce con uno smartphone. Bisogna assolutamente eliminare ogni limite a partire dall’inquadratura e determinati elementi vanno ben oltre lo strumento che si sa per fotografare. La scena, ad esempio, va costruita in ogni caso e solo con un occhio fotografico questa renderà il massimo della sue potenzialità. In sostanza, riduci al minimo le correzioni in post produzioni per non perdere la qualità dell’immagine.

Ottiche, luci, inquadrature, ma non solo!

Non abbiamo parlato di diaframma, messa a fuoco, tempi di scatto, distanza focale. Abbiamo solamente accennato l’utilizzo delle luci senza considerare diffusori e quantità e potenza dei punti luce. Abbiamo citato una volta sola la post-produzione, senza approfondire le sue possibilità. Sono davvero molte le metriche da prendere in considerazione, per questo sarebbe sempre meglio chiamare un fotografo professionista.

Ma per determinati prodotti, specialmente quelli di piccole dimensioni, può davvero bastare uno smartphone e una lightbox. Questo per avere un buon risultato, ma non un set fotografico eccellente.

Devo avere foto diverse per sito e social?

Partendo dal principio che ogni piattaforma ha il suo tipo di contenuti, dobbiamo considerare possibilità per ogni tasca. Con un budget basso si può adattare le stesse foto più che riutilizzarle, modificando il formato e rendendo lo scatto su misura per il social o per l’e-commerce.

Su Instagram, ad esempio, meglio sfruttare la verticalità dei device di piccole dimensioni per occupare una porzione ampia di display, mentre il caro vecchio 16:9 o il formato quadrato sono ideali per un e-commerce.

Tuttavia ci sono altri fattori da considerare: l’utente di Instagram non scrolla il tuo feed come fosse un catalogo, è su un social probabilmente per distrarsi, quindi premialo con contenuti differenti. Mettergli in mano solamente le foto del tuoi prodotti non è una scelta vincente, alternali con consigli inerenti al tuo settore, video dimostrativi, contenuti informativi ed emozionali di varia natura.

Facebook è conversazione, quindi anche in questo caso puoi usare le stesse foto per l’e-commerce, ma chiamando l’interazione avviando discussioni.

Le nuove fantasie di Voice cOver sono tutte per il cinema, quale saga vorresti sul tuo smartphone? Non esiste nessun negozio che si chiama Voice cOver, ma questo post potrebbe presentare le stesse cover dell’e-commerce. Tutti i contenuti social devono seguire un piano editoriale, come integrare i contenuti per renderlo performante è una bella sfida.

Contenuto informativo: foto per e-commerce di una birra artigianale su un tavolo di legno.

Contenuto emozionale: foto su Instagram di un gruppo di ragazzi che brinda con la stessa birra.

Tutto chiaro?

Mi dai delle dritte per le mie foto e-commerce?

Seguire una procedura ti permetterà di avere coerenza tra i contenuti, così da renderti riconoscibile e al contempo accelerare i tempi di produzione.

  • Anzitutto scegli quali prodotti vuoi fotografare e pianifica date e luoghi delle foto. Ottimizzare i tempi è fondamentale per non rendere la fotografia una pratica autolesionista dove si conclude poco e male, in tanto tempo.
  • Trova idee diverse per rappresentare il prodotto, così da poter scegliere quali foto per e-commerce utilizzare. Prova a giocare con la scena e a renderla personale, magari spulcia Pinterest o cerca gli hashtag più popolari nella tua nicchia per trovare ispirazione. Una volta trovato uno schema luci valido (come illuminare il prodotto), una scena che sposa il messaggio del tuo brand  e pianificato gli scatti, si può cominciare.
  • Scatta in raw, fare decine di foto in jpeg sarebbe come come scalare la montagna sbagliata e accorgertene in cima.
  • Munisciti di fondali per realizzare le foto. Per i piccoli prodotti vanno benissimo i cartoncini colorati della cartoleria, risparmiare ogni tanto non è un male. Puoi anche sfruttare una parete bianca la cosa importante è evitare le texture preferendo una superficie liscia ed uniforme.
  • Se stai per utilizzare il tuo smartphone per realizzare le foto c’è una cosa molto importante da fare: pulire la fotocamera prima di iniziare a scattare. Ti posso assicurare che le impronte digitali sono un grande nemico non solo per le foto per e-commerce. Nel caso degli smartphone è molto più facile sporcare la fotocamera.
  • Illumina al meglio la scena cercando di eliminare le ombre troppo scure ma senza appiattire il prodotto. Percepire la profondità di campo è importantissimo in qualsiasi foto.
  • Se deciderai di affidarti ad un professionista, non tirare il prezzo. Se deciderai di affidarti al primo che passa per risparmiare sui contenuti, auguri.

Questi sono consigli da seguire per iniziare a realizzare le tue foto prodotte in autonomia, pratica assolutamente fattibile.  E se tutto questo ti sembra particolarmente complesso, hai perfettamente ragione: senza la passione per la fotografia, qualsiasi fotografo farebbe un altro lavoro.

 

Lascia un commento